Pluralismo politico e sociale

Un sistema dei media plurale è pilastro essenziale della democrazia, favorisce il confronto tra punti di vista diversi e rende possibile la visibilità dei molteplici attori politico e sociali che animano le società complesse. L’Osservatorio di Pavia, sin dalla sua nascita, si occupa della misurazione del livello di pluralismo nei media, attraverso una serie di monitoraggi del pluralismo politico e sociale a livello internazionale, nazionale e locale.

Dal 1994 l’Osservatorio effettua un monitoraggio continuo e permanente del pluralismo politico per il servizio radiotelevisivo pubblico italiano, la RAI e la Commissione parlamentare per l’indirizzo generale e la vigilanza dei servizi radiotelevisivi. A livello di emittenza locale l’Osservatorio collabora con i Co.Re.Com. (Comitati Regionali per le Comunicazioni) per la realizzazione di monitoraggi del pluralismo dell’emittenza locale.

I progetti

Monitoraggi delle campagne elettorali e referendarie sulle reti RAI

L’attività di monitoraggio del pluralismo politico ha avuto inizio, in occasione della campagna elettorale per le elezioni politiche, nel 1994. L’Osservatorio di Pavia svolge il monitoraggio permanente del pluralismo politico delle reti RAI, 24 ore su 24, dal 1995. Dal 1999 l’Osservatorio di Pavia svolge il monitoraggio dell’agenda setting dei telegiornali di day e prime time. L’attività di monitoraggio del pluralismo politico viene effettuata per la RAI che trasmette i dati alla Commissione parlamentare per l’indirizzo generale e la vigilanza dei servizi radiotelevisivi.

Monitoraggi emittenza locale

L’Osservatorio di Pavia svolge per conto dei Co.Re.Com. i monitoraggi dell’emittenza televisiva locale nell’ambito dell’attività di delega Agcom. L’attività di delega riguarda quattro aree: pluralismo politico e sociale, garanzie dell’utenza e tutela dei minori, obblighi di programmazione,  normativa in riferimento alla trasmissione dei messaggi pubblicitari.

Rassegne e monitoraggi per l'Unione Europea


Dal 2006 al 2010 l’Osservatorio di Pavia ha prodotto una rassegna giornaliera audio-video (9 emittenti televisive e 12 radiofoniche) per la Rappresentanza della Commissione Europea in Italia. Dal 2008 al 2010 l’Osservatorio di Pavia ha prodotto una rassegna giornaliera audio-video (9 emittenti televisive e 12 radiofoniche) per l’Ufficio per l’Italia del Parlamento europeo.