Dove si veglia sul pluralismo politico

- Pluralismo politico e sociale

Il servizio di Riccardo Franciolli per la Tv Svizzera ripercorre le tappe fondamentali della storia dell’Osservatorio di Pavia e della par condicio in Italia.

Nel 1994 in Italia Silvio Berlusconi, alla testa di tre delle sette emittenti televisive a diffusione nazionale, fonda il movimento “Forza Italia” e si candida per le elezioni politiche. Nasce così la questione della “Par Condicio”, ovvero la necessità di garantire un’appropriata visibilità a tutti i partiti e movimenti politici. La RAI decide così di creare l’Osservatorio di Pavia affinché vegliasse sul pluralismo politico nei media. Da allora i compiti dell’Osservatorio si sono moltiplicati in Italia e all’estero…

vai al servizio