L’agenda dei telegiornali sulle notizie di criminalità e immigrazione: un confronto fra il 2000 e il 2001

- Migrazioni e multiculturalismo

Le notizie di criminalità e immigrazione ricoprono una dimensione importante nell’agenda dei telegiornali italiani. Durante il 2000 e il 2001, le edizioni del prime time delle sei reti dei due principali network nazionali Rai e Mediaset, hanno dedicato ben 137 ore e 24 minuti a questi temi. Nel secondo dei due anni analizzati in questo studio, tuttavia, si registra una flessione di attenzione: il tempo dedicato alle notizie di criminalità diminuisce nel 2001 di 8 ore e 25 minuti rispetto all’anno precedente; anche la questione immigrazione, nelle sue diverse accezioni, che aveva conquistato un rilievo importante nel 2000 occupando oltre 16 ore nei TG del prime time, nel 2001 non ha raggiunto le 6 ore. l’indagine condotta ha finalità prevalentemente descrittive, illustrando gli andamenti mensili della quota di agenda dedicata a questi temi, confrontando le diverse politiche di rete e sottolineando quando la rappresentazione mediale dal semplice racconto di cronaca si trasforma in dibattito.

Sintesi dei principali risultati 

La versione integrale del rapporto è contenuta nel file “criminalita2000-2001.pdf” (vedi sotto).

Qui di seguito sono sinteticamente ricordati i risultati più salienti emersi dall’analisi del tempo di attenzione dedicato ai temi di criminalità e immigrazione nei telegiornali del prime time del 2000 e del 2001.

* I due temi selezionati occupano una quota importante nelle agende dei telegiornali: il tempo dedicato alle notizie di criminalità e immigrazione negli anni 2000 e 2001 dalle sei edizioni di Rai e Mediaset, ammonta, infatti, a 137 ore e 24 minuti.

* Tra le sottocategorie della criminalità analizzate, la componente preponderante risulta essere in entrambi gli anni la criminalità comune.

* Nel 2001 il numero di notizie di cronaca nera scende rispetto all’anno precedente. La sottocategoria di criminalità che subisce la maggiore flessione è quella della criminalità organizzata.

* l’immigrazione nel 2001 esce progressivamente dalle agende dei telegiornali subendo una flessione notevole rispetto al 2000; se nel primo anno dell’analisi considerato la questione immigrazione, nelle sue diverse sfaccettature, supera le 16 ore, nel 2001 il medesimo tema non raggiunge nemmeno le 6 ore.

* Osservando gli andamenti mensili, si conferma il calo di attenzione ai temi di criminalità; la curva dell’anno 2001 appare, infatti, discendente rispetto all’anno precedente. Come è stato sottolineato, la modifica di tutte le agende dei telegiornali negli ultimi tre mesi del 2001, in coincidenza con gli straordinari eventi di terrorismo internazionale contro gli Stati Uniti e la successiva guerra in Afghanistan, ha certamente compresso tutte le altre notizie in un spazio residuale. Tuttavia, anche escludendo questi mesi dall’analisi, si conferma una flessione nell’attenzione nel 2001 rispetto al 2000.

* l’andamento dell’immigrazione è inequivocabilmente differente nei due anni. La curva di attenzione nei diversi mesi dell’anno 2000 mostra un‚attenzione costantemente superiore all’anno successivo. Anche le linee di tendenza confermano che ad una crescita nell’anno 2000, particolarmente trainata da un’esplosione di attenzione nel mese di luglio, corrisponde una tendenza discendente nel 2001.

* Il confronto fra le diverse emittenti ha evidenziato che il Tg5 è il notiziario più propenso a raccontare storie di criminalità. Il confronto fra i due anni considerati evidenzia come tutti i telegiornali, tranne Studio Aperto, subiscono una flessione considerevole nel 2001; sono, in particolare, il Tg5 e il Tg4 a subire il calo maggiore.

* Il Tg4 è il telegiornale che dedica più attenzione al tema dell’immigrazione. Tutte le reti subiscono un calo di attenzione vistosa, e proporzionalmente simile, su questo tema passando da un anno all’altro.

* Classificando tutti i servizi presi in esame nelle due modalità narrative di cronaca e dibattito, si è evidenziato come nel 2001 si verifica un calo di dibattito sui temi di criminalità. Mentre nell’anno 2000, e nei primi mesi del 2001, la linea corrispondente al dibattito segue l’andamento della cronaca, nei mesi successivi le due curve si distanziano evidenziando percorsi più autonomi. In altre parole, la cronaca relativa agli eventi di criminalità continua ad essere raccontata ma perde la sua capacità di trasformarsi in tema.

* Un andamento ancora più netto nel confronto fra i servizi codificati come cronaca e dibattito si evince sul tema dell’immigrazione: mentre nel 2000 il tema è stato ampiamente problematizzato dai media presi in considerazione, nel 2001 il dibattito e la tematizzazione scompaiono progressivamente dalle agende dei telegiornali.

Andamento dell’attenzione ai fatti di criminalità e immigrazione (24 mesi):

Attenzione ai fatti di criminalità e immigrazione – confronto fra il 2000 e il 2001:

Attenzione ai temi di immigrazione – confronto fra i tg nel 2000 e nel 2001:

1. Attenzione ai temi di criminalità e immigrazione – confronto fra notizie e dibattito nel 2000/2001
2. Andamento dell’attenzione ai fatti di criminalità e immigrazione – confronto fra notizie e dibattito nei 24 mesi: