Attività internazionali

Pluralismo, libertà di espressione, media & gender, hate speech, agenda setting, standard giornalistici. Lo studio e la consulenza su questi e altri temi formano la consolidata expertise dall’Osservatorio a livello internazionale, esperienza che nasce nel lontano 1997 con l’importante contributo dell’OdP a una missione di osservazione in Albania.

Da quel momento l’attività di consulenza dell’Osservatorio per conto di numerose organizzazioni internazionali quali l’OSCE/ODIHR, UNDP, l’Unione Europea, il Council of Europe, è proseguita a livello mondiale, accreditando l’istituto pavese come uno dei punti di riferimento internazionale nel settore del media research.

I progetti

Technical assistance and capacity building

Since 1997 researchers and experts of the Osservatorio di Pavia have been working in the field of technical assistance and capacity building in partnership with international governmental and non-governmental organisations and institutions including the United Nations, the European Union, the Organisation for Security and Cooperation in Europe – Office for Democratic Institutions and Human Rights, the African Union and the Council of Europe.

Media monitoring and analysis on a variety of subjects: election coverage, political pluralism, social pluralism, gender, media ethics, inflammatory language and hate speech, minorities, conflict coverage
Media regulation: analysis and development
Institutional communication, public outreach and advocacy
Training
Elaboration of methodological tools for new and old media observation
Development of a tailored technical tools (professional Databases, websites and social media monitoring tools) for media monitoring
Election observation
Electoral technical assistance

Formazioni internazionali

Durante le numerose missioni svolte all’estero, nei paesi di vari continenti, gli esperti dell’Osservatorio di Pavia hanno contribuito al rafforzamento delle capacità locali in materia di analisi dei media, svolgendo regolarmente attività di formazione per il personale di istituzioni – tra cui in particolare le autorità di regolamentazione dei media e le commissioni elettorali – e di organizzazioni della società civile impegnate nella creazione di centri di monitoraggio. Numerosi sono anche i corsi di formazione rivolti ai medesimi soggetti che l’Osservatorio di Pavia organizza e svolge nella propria sede, un’esperienza molto apprezzata dagli interlocutori perché consente una piena immersione nelle attività del centro di monitoraggio pavese.