100 donne contro gli stereotipi: Simonetta Di Pippo

- Gender perspectives

Per 100 donne contro gli stereotipi la testimonianza dell’astrofisica Simonetta di Pippo, Direttrice dell’Ufficio ONU per gli Affari dello Spazio extra-atmosferico con sede a Vienna.

Percorso professionale
Dopo aver conseguito nel 1984 la laurea in Fisica con indirizzo Astrofisica e Fisica Spaziale presso l’Università La Sapienza di Roma, nel 1986 entra a far parte del Piano Spaziale Nazionale chiamato poi ASI (Agenzia Spaziale Italiana). Nel 1989 è delegata italiana presso l’Agenzia Spaziale europea (ESA) per la Stazione Spaziale Internazionale (ISS). Nel 2001 diventa responsabile per l’ASI del coordinamento della missione Marco Polo. Dall’anno successivo fino al 2008 è responsabile del settore Osservazione dell’Universo, sempre presso l’Agenzia Spaziale Italiana. Nel 2009 promuove la leadership femminile nel settore dell’aerospazio e co-fonda l’associazione Women in Aerospace – Europe, di cui è presidente fino al 2016. Dal 23 marzo 2014 è la nuova direttrice dell’Ufficio per gli Affari dello Spazio Extra-Atmosferico delle Nazioni Unite (UNOOSA), con sede a Vienna.

Risultati scientifici
Simonetta Di Pippo è considerata una delle maggiori esperte in cooperazione internazionale nel settore aerospaziale a livello globale. Come direttrice dell’Ufficio per gli Affari dello Spazio Extra-Atmosferico delle Nazioni Unite (UNOOSA) elabora le strategie, le politiche e supervisiona tutte le attività svolte dall’Ufficio, assicurando che vengano sviluppate conformemente al mandato rispettivamente dell’Assemblea Generale delle Nazioni Unite e del Comitato sugli usi pacifici dello spazio extra-atmosferico (COPUOS). A livello internazionale ricopre il ruolo di consigliera del Segretario Generale delle Nazioni Unite e di direttrice esecutiva dell’Ufficio delle Nazioni Unite a Vienna (UNOV) fornendo consulenze relative a questioni inerenti l’uso pacifico dello spazio extra-atmosferico, l’uso di tecnologia e scienza per lo sviluppo sostenibile e per la riduzione dei rischi di calamità naturali e catastrofi.

Attività editoriali e pubblicazioni
È autrice di diverse pubblicazioni e atti di conferenze, tra cui:

(2015) Di Pippo S, Perozzi E. European Operational Initiative on NEONear Earth Object (NEO) Hazard Monitoring. Handbook of Cosmic Hazards and Planetary Defense, 615-635.
(2013) Di Pippo S. An outline of the study group “Public/Private Human Access to Space”. 8th IAA symposium in the future of space, Turin, Italy.
(2012) Di Pippo S. Experience with collaborative space projects. 63rd International Astronautical Congress, Naples, Italy.
(2009) Flamini E, Ori GG, Di Pippo S & Osinski G. Exploring Mars and its terrestrial analogues Preface. Planetary and Space Science, 57(5):509-509.
(2008) Di Pippo S. Celebrating the accomplishment, preparing the future – New challenges in human spaceflight and exploration. ESA bulletin. Bulletin ASE. European Space Agency, (135):10-17.
(2007) Foing BH, Espinasse S, Wargo M, Di Pippo S. Sorrento Lunar Declaration 2007.Advances in Space Research, 42(2):246-247.
(2001) Coradini A, Campbell J, De Sanctis MC, […] Di Pippo S, et al. Italian participation in the Mars exploration program. Advances in Space Research, 28(8):1197-1202.

È inoltre autrice di:

Introduzione a “YES WE_STEM”, a cura di L. d’Ambrosio Marri, F. Marzano e E. Pietrafesa, versione e-book. Astronauti, Mursia, 2002.
Di Martino, Di Pippo et al. “Dai ghiacci della Terra ai ghiacci dell’Universo”, Erga Edizioni, 2007.

Riconoscimenti e premi
Simonetta Di Pippo durante la sua carriera ha ricevuto moltissimi riconoscimenti di rilievo nazionale ed internazionale, tra questi nel 2006 è stata insignita del titolo di Cavaliere Ufficiale al Merito dal Presidente della Repubblica Italiana Carlo Azeglio Ciampi. Nel 2008 l’Unione Astronomica Internazionale (International Astronomical Union) assegna all’asteroide 21887 il nome “DiPippo” come riconoscimento al suo impegno nell’ambito dell’esplorazione spaziale. Nel 2010 vince il premio internazionale Sebetia-Ter – Targa d’Argento del Presidente della Repubblica per il contributo dato al settore spaziale. Nel 2012 riceve il Women in Aerospace Leadership Award in riconoscimento del ruolo svolto come ispiratrice dell’esplorazione spaziale, manager con grandi capacità per progetti spaziali complessi, e leader per le giovani donne nel settore aerospaziale. Nel 2016 riceve il premio alla Cooperazione Internazionale conferito dall’American Institute of Aeronautics and Astronautics (AIAA) a coloro che contribuiscono in maniera significativa alla promozione della cooperazione internazionale nelle attività spaziali.